NON GRATTIAMO IL CIELO!

NOTIZIE

 

Sul grattacielo c'è l'occhio dell'archeologo

 

10 AGO 2017

Il Comune studia anche gli uccelli

Controlli sugli scavi per il nuovo edificio di Piano: da lì passava la strada delle Gallie

Da Repubblica Torino di giovedì 30 luglio 2009

Sugli scavi per il grattacielo breitling replica Intesa Sanpaolo vigila l´occhio attento di un archeologo. Perché proprio quell´area è stata indicata dalla soprintendenza come «presunto tracciato della strada delle Gallie, che si discostava dall´attuale corso Francia». Così è riportato in uno degli allegati al progetto della creatura di Piano. Stando al documento, per quell´area è addirittura presente «un vincolo di interesse archeologico e paleontologico». E se lo scorso 21 ottobre è arrivato il nulla osta della Soprintendenza, lo stesso ente ha richiesto «la supervisione di un archeologo nel corso delle opere di scavo già autorizzate».
Gli operai che oggi lavorano al cantiere potrebbero anche imbattersi in altri ritrovamenti, di scarso valore, ma senza dubbio curiosi. Sull´area dove sorgerà il grattacielo infatti si trovava il cortile e l´ingresso delle mandrie che venivano trasportate per ferrovia: stiamo parlando del mattatoio. Tant´è vero che, riportano i documenti del tempo, «dopo il passaggio del bestiame, corso Inghilterra non era il massimo della pulizia e un addetto era incaricato di lavare la strada». Ma le stranezze legate alla torre di Piano non finiscono qui. Il Comune, all´interno della Vas, ha addirittura realizzato uno studio su quanti pennuti rischierebbero la vita per la trasparenza del grattacielo.
(e.d.b.)


 

Archivio delle news | Torna indietro