Comunicato del 15.12.2008

 

La Regione dovrebbe dare elementi di garanzia e di controllo pubblici, fare un regolamento edilizio energetico avanzato ( con cifre precise)  e fare il piano del paesaggio.

Il comunicato trionfalistico sul risparmio energetico previsto nel progetto di grattacielo Fuksas sembra la propaganda di un ufficio di promozione immobiliare.

Al giorno d'oggi tutti i nuovi edifici devono ormai rispettare alti standard energetici.

Fare un nuovo enorme edificio, con 46 piani di uffici, non può certo far diminuire i complessivi consumi energetici della città, perchè si tratta comunque di un edificio che si aggiunge a uelli esistenti.

Nella nostra delibera di iniziativa popolare fissiamo un consumo massimo di 29 kwh al metro quadro, ma ciò non significa che qualunque edificio consumi meno di 29 kwh al metro quadro sia utile e compatibile.

E persino se fosse del tutto autosufficiente bisogna valutarne la compatibilità urbanistica e di paesaggio.

Auspichiamo che la Regione apra una procedura di confronto paritetica su tutti gli aspetti.

 

Il comitato Non Grattiamo il cielo di Torino