NON GRATTIAMO IL CIELO!

BACHECA

Per raccontare storie, esprimere opinioni, mantenerci in contatto e scambiare idee, proposte, ecc…

 

Scrivi il tuo messaggio

 

Come funziona? [clicca per espandere/comprimere i dettagli]


È molto semplice!
Per scrivere sulla bacheca non è neccessario effettuare alcun log-in, è sufficiente selezionare il collegamento "Scrivi il tuo messaggio" e potrai inserire il tuo messaggio che sarà pubblicato immediatamente!
I messaggi ritenuti offensivi o contenenti messaggi pubblicitari e/o frasi ritenute non consone o parolacce verranno rimossi dall'amministratore di sistema!
Si ricorda che la bestemmi è reato!
Il sistema memorizza l'indirizzo IP di connessione e i trasgressori, se ritenuto necessario, verranno perseguiti a norma di legge.

 

21 APR 2011

Tour Montparnasse

 

Torino viene spesso paragonata e considerata una piccola Parigi. Sui giornali scrivono che Parigi è sempre la stessa nonostante i grattacieli. Bene, a Paris è stato fatto uno spettacolare centro direzionale, chiamato "La Défense", che piace tanto anche a me, ma nessuno ricorda che quel quartiere, moderno e bellissimo, è stato fatto in periferia, a più di 5(cinque!)km dalla Tour Eiffel. Non solo, la torre più alta, quella dell'azienda Total, è 187 metri; ...137 metri più bassa della Tour Eiffel (324 metri): 137 metri in meno, a più di 5 km distanza!

Fare il grattacielo a Porta Susa alto 1-metro meno della Mole significa davvero rovinare il paesaggio ed il fascino di Torino. Parigi (non lo ricorda mai nessuno) non è avvolta dalle Alpi, non ha la scenografia di Superga (che tanto somiglia al logo Disney) e del Monviso (logo della Paramount Pictures).
Nessuno ricorda mai che l'altezza vera della Mole è 85 metri dove c'è il tempietto panoramico, il resto è "un'antenna".
Nessuno ricorda mai che Porta Susa è su un terreno 30 metri più in alto di dove è ubicata la Mole, perché l'altitudine di P.Susa è di circa 250 metri contro i 220 di Piazza Vittorio Veneto!.
La Torre di Renzo Piano E' COME SE FOSSE ALTA IL DOPPIO della Mole.

Io non ho nessun pregiudizio contro i grattacieli, anzi, mi affascinano tanto, li trovo utili, funzionali ed ottimi contro la cementificazione, però in certi luoghi sono davvero antiestetici; e se le nostre città sono visitate da milioni di turisti è anche per la loro incredibile bellezza, che va preservata. Chi dice che Torino è ottocentesca e bisogna modernizzarla con grattacieli, io rispondo: Roma, Venezia e Firenze...

In Italia, compresa Torino bisogna fare dei centri direzionali in periferia e non "funghi di grattacieli" sparsi qua e la.
A Torino se i grattacieli fossero davvero lontani dalla mole ed alti massimo 85 metri sarebbero perfetti, come ad esempio è il "villaggio media per le Olimpiadi - Torri Michelin Nord", alte 78 metri, lontano dalla Mole, sono ben inserite nel contesto urbano.

Il grattacielo Intesa-SanPaolo a P.Susa, sarà fuori luogo, proprio come a Parigi è la TOUR MONTPARNASSE, alta 210metri fatta nel centro della città a soli 2.5km dalla Tour Eiffel, odiata dai parigini che vorrebbero DEMOLIRLA è considerata come uno dei più brutti edifici al mondo.


20 APR 2011

Re: re: Frank

 

Beh, certamente c'è stata una votazione in consiglio comunale, ma è passata per pochi voti e vedendo una divisione all'interno della maggioranza di governo (compreso il principale partito che la compone che è spaccato in 2).
Io personalmente non ritengo un gran bell'esempio di democrazia quando le mozioni passano con il contributo fondamentale delle opposizioni, soprattutto su questa che è una delle tematiche principali di cui si può occupare un amministrazione comunale.
Inoltre era necessario un referendum per l'importanza di questa decisione e vista la discussione che si era aperta sui media e tra la cittadinanza, che ben palesava che una parte consistente (secondo i sondaggi maggioritaria) dei torinesi era contraria ai grattacieli a Torino.
Con questi presupposti negare un referendum comunale è stato un esercizio non democratico e, comunque, il fatto che siano arrivati a votare in consiglio sulla questione, testimonia che erano ben consapevoli del problema ma hanno voluto aggirare l'ostacolo, ignorando le numerose voci critiche ed il diffuso ed evidente scontento dei cittadini.

18 APR 2011

RE: Democrazia e palazzi di 7 piani

 

Ciao, sono sempre io. Mi piacerebbe firmarmi ma non c'è uno spazio.

Sono molto contento di sapere che vi occuperete di quell'obbrobbrio di 7 piani. Vi auguro miglior fortuna che col grattapaolo e in questo caso avete il mio sostegno.

Quanto alla precisazione sull'uso della parola democrazia, prendo atto della tua precisazione e non conoscendo i sondaggi di cui parli ti suggerisco semplicemente di soppesare meglio l'uso di certi termini. La democrazia nell'autorizzare c'è stata, se poi i sondaggi dicono che non piace è un altro paio di maniche.

Cordialmente
Frank

18 APR 2011

Democrazia e palazzi di 7 piani.

 

Ci stiamo occupando anche del palazzo di 7 piani accanto alla Mole, inoltre i sondaggi dicono che la maggioranza dei torinesi sono contrari ai grattacieli, un referendum tra cittadini (che ci era stato negato già una volta) sarebbe un semplice esercizio di democrazia.

16 APR 2011

Passera alla Biennale

 

Che Passera parli di 'crescere in un modo sostenibile' mi sembra che sia come Nerone che parli di problemi dell'Infanzia. www.gesantropia.it

15 APR 2011

mario F.

 

no al grattacielo!

15 APR 2011

Palazzo di 7 piani a ridosso della mole

 

"A Torino non c'è stata democrazia nell'autorizzare i primi grattacieli, noi chiediamo di fermare questi progetti."

Ma perche scrivete ste stupidaggini? Cosa c'è di piu democratico del delegare le decisioni in materia urbanistica ai rappresentanti eletti dal popolo? C'è stato un voto in consiglio comunale sia per il palaregione che per il grattapaolo.

Ribadisco quanto ho scritto qualche giorno fa su questa bacheca: se il vostro intento è unicamente difendere il primato di chi ce l'ha piu lungo tra la mole e gli altri progetti che nascono a Torino (chissa che ne penserebbe Freud..) bene altrimenti fareste meglio a concentrarvi sul palazzo di 7 piani che sta per nascere in via riberi angolo via ferrari praticamente a ridosso della mole antonelliana che amate tanto.

14 APR 2011

Presidi No Grat di venerdi 15 e sabato 16 Aprile!

 

Venerdi contestiamo in piazza Carignano - in occasione della Biennale
Democrazia - l'iniziativa "Architettura e Democrazia" di Rem Koolhass, che si svolgerà all'interno del Teatro.
A Torino non c'è stata democrazia nell'autorizzare i primi grattacieli, noi chiediamo di fermare questi progetti.
Ci troviamo venerdi 15 aprile dalle 18.00. Sabato si ripete dalle 14.30 in via Santa Teresa 1/G, in occasione della tavola rotonda "Architettura per pochi, architettura per tutti", che si svolge proprio in Intesa San Paolo.
Chi vuole e ha disponibilità si faccia vivo passando in quegli orari o, meglio ancora, ci scriva per mettersi d'accordo preventivamente.

13 APR 2011

Ben detto!

 

Tanto bravi a manifestare contro un grattacielo che finalmente svecchierà la nostra città provinciale ed ora che vogliono construire un palazzotto orribile a mezzo passo della mole non fate nulla???

11 APR 2011

Non occultiamo la mole

 

Invece di perdere tempo a impedire la costruzione dello splendido grattacielo di Renzo Piano che darà lustro ad un area super innovativa (politecnico, centrale del teleriscaldamento, GM, OGR, Porta Susa, Spina) aprite i giornali e guardate cosa scrive oggi La Stampa

http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/397385/

Se il vostro intento è solamente difendere il primato della mole allora ignorate la notizia. Se invece il vostro intento è preservare il bello di questa città allora lasciate che le ruspe buttino giu quell'edificio degradato ma impediamo quel palazzaccio di 6 piani