NON GRATTIAMO IL CIELO!

BACHECA

Per raccontare storie, esprimere opinioni, mantenerci in contatto e scambiare idee, proposte, ecc…

 

Scrivi il tuo messaggio

 

Come funziona? [clicca per espandere/comprimere i dettagli]


È molto semplice!
Per scrivere sulla bacheca non è neccessario effettuare alcun log-in, è sufficiente selezionare il collegamento "Scrivi il tuo messaggio" e potrai inserire il tuo messaggio che sarà pubblicato immediatamente!
I messaggi ritenuti offensivi o contenenti messaggi pubblicitari e/o frasi ritenute non consone o parolacce verranno rimossi dall'amministratore di sistema!
Si ricorda che la bestemmi è reato!
Il sistema memorizza l'indirizzo IP di connessione e i trasgressori, se ritenuto necessario, verranno perseguiti a norma di legge.

 

08 LUG 2008

I GRATTACIELI FUTURI

 

Salve, io seguo molto attentamente la questione e mi sono andato a informare bene, su ogni grattacielo.
L'informazione a senso unico che prvoca questo sito porta solo scompiglio inutile.

Voglio dare più chratezza a chi attacca senza sapere il cosa, il come è il perchè.


Perchè i grattacieli?
Questa domanda molti di voi se la sono fatta, in molte città del mondo è la risposta è una : MANCANZA DI SPAZIO. ma in diverse città (sopratutto europee) la risposta è un altro: DARE PIU' SPAZIO ALLA COLLETTIVITA'.
meglio un grattacielo di 100mt che un isolato di 50x80mt cementificato
un grattacielo rende meglio è occupa una piccola parte di suolo es: 10x20 il resto è parco o aree relax e divertimento.


I grattacieli consumano di più?
Dipende la maggior parte dei grattacieli esistenti si
ora però si è arrivati a delle tecnologie per rendere autonomi i grattacieli da ogni esigenza (acqua, aria condzionata, riscaldamento, elettricità) dunque un grattacielo essendo autonomo quello che produce consuma e nn viene tolto niente ai cittadini

I Grattacieli di qualità
Qusto un grande problema riconoscere i grattacieli di qualità. per esempio molti definiscono il gratta sanpaolo un rettangolo buttato li.
no, è un opera di alta ingeneria infatti basti pensare che solo il 30% del grattacielo posi perterra l'altro è sospeso
la cosidetta griglia esterna è un mix di pannelli solari e vetro che renderà diverso un grattacielo con una struttura quasi sospesa

Perchè si è scielto quelle aree per costruirle
Visti i cambiamenti attuali è l'area con la maggior parte dei mezzi pubblici e in futuro sarà servita da una stazione ferroviaria internazionale(nei pessi) dalla stazione porta susa della m1 e dal servizio ferroviario metropolitato, senza contare i tram esistenti nel vicino asse di corso vittorio e si pensa in un futuro di delineare una nuova linea di tram che percorra l'asse della spina.

per quanto riguarda la torre Regione piemonte i ciriteri scielti sono gli stessi (ferrovia/metropolitana/sfm/) in aggiunta alla vicina tangenziale e autostrada.

Che benefici porteranno

Per quanto riguardai il sanpaolo le sedi da svuotare per il grattacielo son già state vendute o ci sono aquireti interessanti, quindi una nuova economia e nuovi posti di lavoro (es: sede sanpaolo lugaro venduta a luxottia)

Ma abbiamo spazi liberi già a sufficienza percè crearne altri
chi acusa che ci sn troppi spazi liberi (es: torre rai, ex cd fat corso marconi,palazzo lancia) si sbaglia

infatti queste edi sono in fase di ristrotturazine (vedi lancia sede gtt/ corso marconi loft di lusso) e come il palazzo rai (in contrattazione da parte di ignoti privati...)

E' più conveniete un recupero o una nuova costruzione
in molti casi per edifici di questa portata è meglio una nuova costruzione che un recupero
infatti i ocsti economici sono più bassi nel primo caso che nel secondo

Ma i grattacieli sono un simbolo vecchio
Io grattacieli nn li considererei simboli ma costruzioni per certe esigenze. definire costruzioni vertical costruzioni obsoleti e una merita cavolata.

Ci sarebbero altre cose da aggiungere ma prima di dare un PREGIUDIZIO consiglio ivamente di nadarvi a informare. E' molto semplice. la città di torino, la regione. la provincia, con la collaborazione del politencico di torino ha istituito L'URBANCENTER li vi spiegheranno tutto

basta con l'informazione pilotata........

arrivedercire


21 GIU 2008

CONTRO I CAVOLI A MERENDA

 

sono ormai al quarto anno di architettura e di conseguenza posso dire in tutta onestà di saperne ben poco, avere le idee per niente chiare su cosa mi piace e cosa non mi piace!
ma c'è una cosa che forse ho capito: SONO CONTRO I CAVOLI A MERENDA!
affermazione apparentemente senza senso che nn ha gran chè a che fare con l'architettura!...ma...
quello che voglio dire è che mi sembra che una buona parte di quelli che vengono considerati "i grandi architetti" dei nostri tempi in realtà (a mio avviso) non abbiano dato neanche una sbirciatina a ciò che stà intorno al proprio naso!
forse è per questo che non sò bene cosa mi piaccia?
mi classifico tra quelle persone che Dante definiva ignavi..ovvero nn prendo posizione.
comodo?..non direi
..nn è che un palazzo, un grattacielo, una villetta a schiera o una grande opera pubblica e bella o brutta!...magari fosse così semplice!
ma.... DIPENDE!
e con dipende nn intendo dire forse si forse no, ma che ci deve essere una dipendenza dalla quale nn si può sempre prescindere!
sarebbe bello un bel trullo a collegno? la tour eiffel a trofarello farebbe lo stesso effetto che fà a paris?la grande ruota panoramica londinese avrebbe un senso a firenze?il bel guggenheim museum stile wright a caltanissetta?
certo farebbe sicuramente un gran contrasto....farebbe specie!...proprio come un bel grattacielo a torino o un bel cavolo...magari cavolo verza per merenda!
io mi chiedo, e molto probabilmente sbaglio, ma nella città della mole, di palazzo carignano, di palazzo madama e del parco del valentino.....un grattacielo... perchè?
perchè fà specie? è un bel contrasto?
sicuramente i grandi geni stupiscono.... e spesso non sono compresi nel tempo in cui si trovano a operare...e magari ai tempi avrei sostenuto che van gogh non sapeva tenere in mano un pennello e quasimodo una penna!..ma si tratta davvero di questo?
perchè a me sembra sin troppo semplice!
a volte ho come l'impressione che i grandi architetti tirino fuori le loro grandi e sbalorditive opere da una cartelletta impolverata piena di progetti fatti in notti insonni e noiose e poi ce li propinino per geniali..in pieno contrasto!!..magari menandocela con la storia del rinnovamento, dei nuovi simboli e nuovi volti, e delle città che nn si fermano mai!
a volte ho l'impressione che chi ha disegnato le grandi opere nn sia mai stato nella città che le accoglie, o per lo meno nn quando il progetto è stato realizzato!
mi sembra quasi che i fantastici progetti dei fantastici architetti dei nostri tempi vengono fuori come i conigli e le colombe da un cilindro: senza nessuna spiegazione razionale!!

25 MAR 2008

Distratti o indifferenti?

 

Spesso quando mi capita di passare dal giardino adiacente all'area dove sorgerà il grattacielo, istintivamente alzo gli occhi verso i palazzi che saranno in posizione privilegiata per il godimento dell'opera, tipo via Cavalli, per intenderci. Mi piacerebbe qualche giorno, scorgere uno striscione spontaneo "NO AL GRATTACIELO", su qualche balcone, ma credo purtroppo che la mia attesa rimarrà delusa. Distrazione o indifferenza, chissà! Comunque questo binomio ha contribuito ad affossare la protesta. A cosa sono servite le duemila e oltre firme (fra le quali anche la mia)? Purtroppo anche il sindaco ha in fondo ragione quando dice che i cittadini non possono esprimersi su una decisione già presa. Il fatto inquietante è che progetto e prima variante sono stati approvati da tutti i gruppi. Quindi!!!....Meditando su questi fatti, non resterà che godersi l'ombra del grattacielo, andare su e giu' con l'ascensore, godersi il panorama e magari come ultima soddisfazione cambiare sicuramente banca!

19 MAR 2008

investimenti

 

Come andrà a finire?
io non lo voglio il grattacielo.
anche perchè a fianco di un grattacielo cresce spesso un altro grattacielo.
se voglio vederli vado a manhattan o nella orribile dubai.
e poi. visto che è una banca a farlo,
e una banca è tale in quanto depositaria dei nostri soldi
perchè non investe in metropolitana per un completamento che so, in 10 anni invece dei 150 che bisognerà aspettare?
perchè tra l'altro, una metro è una rete di linee, non una linea.
adesso diciamo che abbiamo un trenino.
oppure in piste ciclabili, o in parchi alberi e prati dannazione.
si potrebbe occupare il cantiere al massimo, alla fine.

frank

11 MAR 2008

Spam

 

Salute a tutti.
Abbiamo avuto un po' si spam in bacheca, me ne scuso, ho aggiunto un piccolo controllo in fase di inserimento per cercare di ovviare a questo prpoblema, non vogliateci male per il disguido e per l'elemento in più, ma con lo spam non si può mai stare tranquilli...

Buon proseguimento.

Il WebMaster.

11 MAR 2008

Ci manca un pezzo, in questa storia...

 

Ci manca un pezzo, in questa storia...
Allora, hanno approvato la variante 164 e non ci fa affatto piacere; hanno cassato la richiesta di referendum e si sono rimangiati le loro stesse proposte...
Ci manca un pezzo, però, in questa storia.
Qualcuno sta ancora parlando dell'atto dovuto di discutere e portare in votazione una delibera di iniziativa popolare presentata dal Comitato "Non Grattiamo il cielo di Torino" a norma di regolamento comunale su questa vicenda?
Questo pezzo, che manca, potrebbe modificare il finale della storia, di questa storia.
Continueranno a far finta di nulla?
Continueremo a stracciarci le vesti?
Ci manca un pezzo in questa storia; c'è un bug narrativo, che è il parere democratico dei cittadini.
Questa è una brutta storia allora, una storia del palazzo e dei palazzinari...
Decide solo il palazzo?
E quelli che stanno nel palazzo vanno mai per strada, tra quegli altri che, pur avendoli eletti, ci vivono, a Torino?
E dove stanno i palazzinari?
E dove stiamo noi? Nel cestino, con la delibera di iniziativa popolare firmata da duemilacinquecento persone?
Ci manca un pezzo in questa storia.
Ora facciamo quel pezzo, costruiamolo al posto di ciò che vogliono i palazzinari.
(lino sturiale linosturiale@yahoo.it 3407429265)

06 MAR 2008

avanti.....

 

sono silvia, ho partecipato all'assemblea ieri sera e mi viene da fare alcune considerazioni.... non si è un pò in ritardo forse sulla questione? Sono veramente delusa dalla nostra politica che non riesce a fare pressione efficace sulla questione varianti, sulla questione urbanistica più in generale della nostra città, e che non sostiene il desiderio legittimo di andare ad un referendum, che sarà anche costoso ma è uno dei pochi strumenti rimasti di democrazia diretta!Forse che il 40% è troppo poco? in altri paesi europei pare che basti....mi fermo e grazie di esistere, almeno questo è concesso. silvia bossi thomos

03 MAR 2008

Ci sono altri palazzi che rovinano l'estetica della nostra bellissima Torino

 

E' un bene che si parli sulla fattibilità di un progetto che davvero può in parte sconvolgere la psiche di un normale cittadino torinese che per anni è stato abituato a vedere abbondonata la sua città. Effettivamente in questi ultimi anni è sotto l'occhio di tutti la grande trasformazione di Torino, dalle olimpiadi che hanno portato visibilità ed anche alcune nuove strutture, alla metropolitana che nessuno voleva e che adesso in molti invocano altre linee fino ad arrivare al passante ferroviario con tutte le sue opere connesse in superficie. Io credo, mia modesta opinione, che tutte queste opere abbiano portato dei benefici diretti al miglioramento della qualità della vita in termini di mobilità e di abbellimento della città: vedendo ora queste opposizione alla costruzione di questi grattacieli non riesco a capire come si possa essere contrari a priori, senza non valutare le ricadute economiche che queste strutture hanno sulla popolazione in termini di posti di lavoro e riqualificazione del territorio. A dire il vero forse il grattacielo in corso Vittorio non è il luogo più indicato ma discutiamo allora il luogo non la costruzione fine a sè stessa. Allora perchè non facciamo un comitato per la distruzione del palazzaccio davanti al nostro Duomo: quello è un vero scempio, perchè non discutiamo di quello? Non sono molto informato a riguardo ma vorrei che qualcuno m'informasse su come la notizia della costruzione dell Mole abbia sconvolto i torinesi dell'epoca mentre ora noi la difendiamo come unico simbolo della città: anche lei infatti con i suoi 165 metri andava contro ogni logica del tempo. Pertanto io cercherei di evitare ogni strumentalizzazione anchè perchè non sarà un grattacielo a far perdere il suo fascino alla nostra bellissima città, con o senza grattacielo!
Armando I.

02 MAR 2008

democracy

 

Tutti torinesi non vogliono il grattacielo. Di chi poi? Di una banca? I ladri che ci ammazzano con mutui a tassi folli e ci RUBANO i soldi con il signoraggio??? Cos'è? Un simbolo per ricordarci che sopra di noi è sempre presente la loro scure? Quel grattacielo è uno scempio, una porcheria per fare soldi a quel tale architetto del quale non ricordo il nome? O non lo ricordo o mi fa ribrezzo il solo scriverlo. Non so..
Democrazia? Dov'è la democrazia?????

16 FEB 2008

Minestroni da conflitti d'interessi

 

Il minestrone lo ha nella testa chi mi ha risposto che associa industrializzazione del paese e modernizzazione con la costruzione di qualche grattacielo che altro non sono che il suggello del regime bancario/finanziario sulla nostra città.
Non è tutto, l'Italia è letteralmente bersagliata da un'ondata speculativa inaudita che comprende il proliferare di inceneratori, la costruzione di ben 13 rigassificatori (in tutto il mondo ce ne saranno cinque), grandi opere ciclopiche sulla testa dei cittadini, cementificazione delle coste con grossi porti (tutto un porto da Imperia a Bordighera), tutti privatizzati a società lussemburghesi, costruzione di aeroporti nel disprezzo più assoluto della cittadinanza e soprattutto di tutte le leggi italiane ed europee (caso ampugnano), oltre a Vicenza e un'altra base a Trento, una galleria lunga di 130 km a Trento.
Solo in Toscana centinaia di comitati si sono formati ultimamente per difendere il paesaggio dalle trivelle in val d'orcia, dalla lottizzazione di paesini interi a multinazionali per il parco gioco pensionati europei, dalle cave illegali, dagli incineratori ecc ecc.

Questo bersagliamento che degrada il nostro paesaggio, le nostre città e le nostre sorgenti acquifere e la nostra vita è semplicemente il risultato di un rovesciamento finanziario di ingenti capitali dalla mafia internazionale che ha deciso di investire in italia per riciclare il denaro sporco...Questo versamento di capitali, sempre lo sottolineo con l'aiuto dei fondi pubblici, cioé nostri, non fa altro che alimentare una bolla in Italia sul nostro territorio, che per di più squilibria la nostra economia. Le bolle speculative infatti non hanno mai fatto bene all'economia generale tranne alle tasche di quegli speculatori a vantaggio dei quali sono state fatte.