NON GRATTIAMO IL CIELO!

BACHECA

Per raccontare storie, esprimere opinioni, mantenerci in contatto e scambiare idee, proposte, ecc…

 

Scrivi il tuo messaggio

 

Come funziona? [clicca per espandere/comprimere i dettagli]


È molto semplice!
Per scrivere sulla bacheca non è neccessario effettuare alcun log-in, è sufficiente selezionare il collegamento "Scrivi il tuo messaggio" e potrai inserire il tuo messaggio che sarà pubblicato immediatamente!
I messaggi ritenuti offensivi o contenenti messaggi pubblicitari e/o frasi ritenute non consone o parolacce verranno rimossi dall'amministratore di sistema!
Si ricorda che la bestemmi è reato!
Il sistema memorizza l'indirizzo IP di connessione e i trasgressori, se ritenuto necessario, verranno perseguiti a norma di legge.

 

02 APR 2009

news gradevoli

 

...una piccola novità in un oceano di sgradevolezze: sul giornale oggi c'è scritto che torneranno le pecore al parco del Meisino; io non le ho mai viste, e chissà che meraviglia per adulti e piccini andarle a vedere senza fare km. e km. in macchina.... e intanto il fiume sale sale e sale!

01 APR 2009

anno zero per le questioni paesistiche in Italia...

 

A parte le fesserie di Santanchè e l'ipocrita paternalismo di Lupi, (potrebbe un bravo padre come me lasciare un Paese imbruttito ai propri figli? è già successo ampiamente, basta guardarsi intorno..), mi ha molto disturbata la grossolanità di Santoro nel gestire il vostro intervento ed il taglio poco incisivo che ha dato all'argomento paesaggio e tutela per tutta la trasmissione. Mi sa che manca anche a lui la cultura del bello e dell'urbanistica e della architettura sostenibili.
E' la spia evidente della situazione nazionale, forse dovuta ai decenni di non insegnamento di storia dell'arte e di condoni edilizi garantiti. Del resto solo qui si può pensare di risolvere la crisi mondiale facendo le verande e le mansardine alle villette!
Per me avete tutto il diritto di difendere la vostra idea di città contro chi ve ne vuole imporre un'altra dall'alto del proprio potere economico-politico ed in nome di un'idea di modernità, i grattacieli, vecchia di almeno 100 anni. E poi, con quello che succede in questi mesi nel mondo, elevare un torrione come quello a simbolo di una banca è la cosa più scema e ridicola che si possa pensare! Perchè mai una città deve essere dominata dal simbolo di una banca?
Iniziative come la vostra sorgono un pò in tutta Italia, per contrastare piani edilizi pessimi, di tipo e dimensioni svariate: Bassano del Grappa, lago di Como,Bergamo, Milano, Liguria, Toscana,ecc, ecc.
Forse sarebbe utile cercare di aggregarsi e coordinarsi per ottenere la giusta visibilità e considerazione, così da fare arrivare un messaggio forte e chiaro a chi di dovere, no?

29 MAR 2009

commento

 

Cari Lorenzo e Federico,

pur apprezzando il vostro impegno e l'intervento ad Annozero, non possiamo non aver notato un certo imbarazzo da parte vostra nel cercare di tenere testa ai politici in trasmissione. Pur riconoscendo che questi sono stati prevaricanti, aggressivi e superficiali bisogna ammettere che non potevate aspettarvi certo una reazione differente da parte loro.

Avreste potuto (e dovuto) sfruttare meglio i 2-3 minuti a vostra disposizione, magari portando dei dati oggettivi (ad esempio le simulazioni sull'impatto visivo che si trovano sul sito) in modo da non permettergli di ridurre il tutto a una mera discussione sul gusto estetico.

Crediamo che ogni persona sia brava a fare delle cose e meno bravo a farne delle altre. Forse per una cosa del genere (parlare in una trasmissione insieme a dei politici) servirebbe qualcuno che sia in grado di tenere testa a chi, per mestiere o per indole, tende a eclissare chi ha opinioni differenti dalle proprie (o da quelle del suo padrone!). Per questo non ci sentiamo di biasimare Santoro che vi ha tolto la parola verso la fine poichè, e lo diciamo da spettatori comunque dalla vostra parte, setirvi balbettare e subire passivamente i commenti di Lupi e Santanchè non giovava molto all'utilità informativa... quando la Santanchè ha detto che la Mole è un simbolo "vecchio" e che la città di Torino ha bisogno di simboli "nuovi", le si poteva ad esempio rispondere che questi esistono già: l'Arco Olimpico, il Pala Fuksas o anche il Pala Isozaki...

Anche noi siamo contro il grattacielo. Anche a noi piace il fascino di Torino e il suo essere a misura d'uomo. Speriamo di riuscire a farla rimanere tale.

Manuel & Mary

29 MAR 2009

una voce autorevole...........

 

"Continuare a costruire è anche e soprattutto un fattore di rischio" lo dichiara la Provincia di Torino, il suo Osservatorio, non un gruppo di contestatari... il nuovo grattacielo non va bene nè a ridosso del centro storico nè in periferia nè altrove. Semplicemente molto poco pacatamente
occorre dire BASTA, STOP AL CONSUMO DEL SUOLO,soprattutto quello pubblico!

28 MAR 2009

ecomuseo torino

 

ragazzi appezzo moltissimo il vostro impegno e il vostro lavoro scopeto per caso l'altra sera da santoro....tralascio commenti sulla sananchè.volevo solo suggerirvi un sito www.ecomusei.net. il centro storico i torino risulta inserito, anzi è uno dei primi e dei più importanti, in questo progetto di tutela che rende inalienabile e itoccabile il centro appunto. potete dare un occhiata, se non ne siete già al corrente spero vivamente che possa esservi d'aiuto.

28 MAR 2009

La Santanchè su Blobedificante...Rai3 del 27/3

 

L'affermazione ridicola buttiamo via la Mole e prendiamoci come simbolo il grattacielo ha trovato la sua giusta collocazione...

28 MAR 2009

giù le mani dai centri storici

 

ragazzi scusate se ve lo dico ma secondo me santoro vi ha "tagliato" perchè non stavate comunicando in modo efficace le vostre ragioni.
che una banca voglia costruire un grattacielo è del tutto legittimo (un po' meno che per l'occasione si debba modificare il PRG...ma ormai, purtroppo, è una consuetudine). quello che non va bene è che questo grattacielo venga costruito a ridosso del centro storico, che è l'opera d'arte più importante che ha espresso il nostro paese.
altra cosa che secondo me andava sottolineata è questa: mentre la mole è un'edificio unico al mondo, e per questro è il simbolo della città, i grattacieli grosso modo si assomigliano tutti....forse alla santanchè piacciono perchè ricordano un fallo

27 MAR 2009

domanda

 

Quanto consuma un grattacielo? questa è la domanda che vi ponete nella vostra sezione "chi siamo"....ma quanto sapete di questo progetto dal punto di vista energetico, delle tecnologie sostenibili e delle energie rinnovabili? Mi risulta che l'arch. Piano sia famoso in tutto il mondo per la sua attenzione proprio a questi aspetti della progettazione.
Andrea Ravenna

27 MAR 2009

Mah.. che dire?

 

Anche per me la trasmissione di ieri è stata davvero penosa, senza nessuno scopo tranne quello di far aumentare la confusione. Tristissimo che Santoro non abbia neanche tentato di far stare zitta la Santanchè, che si è messa a starnazzare senza neanche dar tempo ai ragazzi di parlare.. anzi sembrava proprio che non volesse farli continuare, metà del tempo che avevano a disposizione se l'è preso lei.. per dire poi cose veramente stupide, come il fatto che dovremmo volerlo il grattacielo come nuovo simbolo di Torino, che la Mole è ormai vecchia... senza parole, e c'è anche chi le da ragione. Penoso anche Santoro che alla fine taglia Lorenzo mentre ancora stava parlando.. Tutta questa censura dimostra, secondo me, che azioni come queste fanno paura, perchè fa paura che in giro ci sia gente che pensa con la proprio testa e che si muove per cambiare le cose, non bisogna mollare, la strada è quella giusta. Federico e Lorenzo sono stati bravissimi, e hanno fatto bene a non rispondere a tono dimostrando di essere persone migliori di quelle che avevano davanti. Complimenti ai due eroi No Grat di Torino. Pam

27 MAR 2009

COMPLIMENTI PER LA TRASMISSIONE!

 

La trasmissione di ieri sera per la sottoscritta è stata quasi immonda: fatta apposta per non chiarire nulla, per non specificare, ma rendere semmai ancor più evidente che in casa nostra chi è contro il partito del cemento può anche emigrare... e aggiungo PURTROPPO che la politica è spettacolo (e dire che ce ne sarebbe un enorme bisogno, ma di politica di qualità!). Devastazione di coste incantevoli, abusivismo, paesi vuoti, eco-mostri, tragedie annunciate, operai che urlano la loro disperazione per una fabbrica che era l'orgoglio loro e dell'Italia intera nonostante l'impatto ambientale devastante, cantieri dove si lavora in nero e si rischia la vita, madri che rischian di finire sotto i ponti, TUTTO IN UN BEL FRULLATORE, insieme a politici che balbettano (ci mancava Rutelli a dire che non sapeva nulla dei disastri causati dall'amianto!)e/o coprono le voci di chi pone domande sacrosante. E il conduttore che non dice neanche-un attimo li vogliam lasciar parlare sti due ragazzi di Torino, si o no- ma lascia starnazzare la Santanchè?! Meno male che ha parlato anche Lupi, l'esperto...! Il tentativo di affrontare questi argomenti avrebbe bisogno almeno dell'intelligenza di Report....
Ragazzi, siete giovani, non vi preoccupate... i semi germogliano NONOSTANTE TUTTO, ANCHE IN LUOGHI APPARENTEMENTE INUTILI&ASSURDI! Ci si vede all'orto... e non mi firmo, tieh!!!